Home Staging

“Non chiamarli limiti, chiamale caratteristiche”. [l.Bo]

Quando alcuni anni fa mi sono chiesta anch’io cosa diavolo fosse l’home staging, ero stanca di (studiare) morti, tombe e corredi funebri vari (che quanto a creatività però, non la mandano certo a dire!). Poi è arrivato il Medioevo (niente di più lontano dai Secoli Bui), la storia dell’arte e l’importanza della comunicazione.
Insomma, alla fine è passato del tempo (un paio di lauree e qualche altra cosa), ma tutto quello che ho fatto, in qualche modo, l’ho ritrovato adesso, concetti preziosissimi come “fare pulizia” (in casa, nell’armadio, tra le borse, di certe persone), “rispettare” (le cose degli altri, ma anche le proprie), “creare” (perchè la curiosità fa muovere il mondo), “preparare” (perchè abbiamo sempre troppa fretta… Ma poi bisogna correre!), “comunicare” (perchè se non trovi qualcuno che ascolti – e da ascoltare a tua volta – parlerai sempre da solo), e poi sì, anche “vendere” (“La verità, lo so, è semplice però, a un certo punto, poi, bisogna dirla!”).

La fotografia ha fatto il resto. In particolare, quella per l’home staging, strutture turistiche e il mercato immobiliare, completa ed esalta il lavoro dei professionisti del settore per valorizzare al meglio gli immobili destinati alla vendita e all’affitto.

Anche questo genere di fotografia ha le sue regole, un trasporto smodato per gli spazi aperti e luminosi, pochi colori scelti e dettagli ammiccanti. Le piace raccontare la funzionalità in tutte le sue espressioni. Non asseconda il romanticismo del proprietario (ohi, ohi…), nemmeno le grandi velleità del fotografo (ahimé!), ma le puntigliose passioni di tutti gli sconosciuti, potenziali clienti (l’amore dà, l’amore toglie!).
Eppure, tra le corse di ogni giorno e la tendenza patologica all’accumulo, c’è sempre qualcosa di unico e speciale che vale la pena di essere valorizzato, qualcosa di personale da rendere protagonista, e che allo stesso tempo ci rende uguali agli altri.

Perchè quando cambiamo o vendiamo casa funziona proprio così: lasciamo qualcosa di noi a qualcun altro perchè lo faccia proprio. Un gesto di altruismo enorme in un contenitore piccolissimo!

 

Atmosfere vintage

Atmosfere vintage

Eleganza campestre

Eleganza campestre

Ricordi di musica e del cinema in piazza

Ricordi di musica e del cinema in piazza